RSS

Vespro siciliano

Girato a Sperlinga (?)

Anno 1949
Durata 95 min
Genere Storico
Regia Giorgio Pastina
Sceneggiatura Giorgio Pastina, Steno, Oreste Biancoli, Emilio Cecchi, Domenico Meccoli, Fulvio Palmieri
Produttore Giuseppe D’Angelo per Epica Film
Musiche Enzo Masetti
Scenografia Gino Morici
Costumi Maria De Matteis
 
Interpreti 
  • Steve Barclay    
    Marina Berti    
    Francesco A. Bertini    
    Clara Calamai    
    Gabriele Ferzetti    
    Gianni Glori    
    Roldano Lupi    
    Paul Müller    
    Felice Minotti    
    Ermanno Randi    
    Aldo Silvani    
    Carlo Tamberlani    
    Aroldo Tieri

La Sicilia freme sotto il dominio di Carlo d’Angiò. Elena di Paternò, promessa a Giovanni da Procida, è costretta, per volere di Carlo, a sposare il governatore di Palermo.

Ma Giovanni da Procida rientra dall’esilio e prepara nell’ombra la rivolta. Inseguito dagli armati del governatore, agli ordini del capitano Droet, si rifugia in casa di un mugnaio, Tommaso, che la fa fuggire. Droet ha così occasione di conoscere la bella figlia del mugnaio, Laura, della quale s’invaghisce.

Laura è promessa ad un pescatore e con l’aiuto dell’Abate di Santo Spirito e della moglie del Governatore, cerca d’affrettare le nozze. Per impedirle, Droet tende un tranello al mugnaio e lo arresta come ribelle: Tommaso verrà poi ferito a morte in un conflitto tra francesi e ribelli. Mentre si sta celebrando il matrimonio di Laura col pescatore, Droet tenta di impadronirsi con la violenza della sposa, ma lo sposo gli si avventa contro.

Questa è la scintilla, che fa divampare l’incendio: tutto il popolo si ribella, Giovanni da Procida scende dalla montagna coi suoi. Il Governatore tenta di fuggire, ma Elena grida al popolo di colpire e viene colpita ella stessa insieme all’aborrito sposo.

La Sicilia è liberata: Laura potrà unirsi all’amato.

Annunci
 

I commenti sono chiusi.