RSS

Il Consiglio d’Egitto

Girato a Vittoria

Anno 2002
Durata 138 min
Genere drammatico
Regia Emidio Greco
Soggetto Leonardo Sciascia
Produttore Mariella Li Sacchi e Amedeo Letizia
Fotografia Marco Sperduti
Montaggio Bruno Sarandrea
Musiche Luis Enríquez Bacalov
Interpreti e personaggi
  • Silvio Orlando
  • Tommaso Ragno
  • Renato Carpentieri
  • Antonio Catania
Premi
  • Nastri d’argento 2002: migliore scenografia

Tratto dall’omonimo romanzo di Leonardo Sciascia. 

Nel dicembre del 1782 una violenta tempesta fa naufragare, sulle coste siciliane, la nave dell’ambasciatore del Marocco Abdallah Mohamed ben Olman.

L’arrivo a Palermo dell’illustre ospite provoca trambusto. Dal momento che nessuno sa parlare bene l’arabo la priorità diventa quella di trovare un interprete.

Per il ruolo si propone frate Giuseppe Vella, un maltese di umili origini che per arrotondare le entrate interpreta i sogni nei quartieri popolari. Nessuno sa, in realtà, che frà Giuseppe non conosce affatto l’arabo e che quello che parla è un misto di siciliano e maltese.

Partito l’ambasciatore il frate decide di mettere a frutto la sua nuova fama di interprete facendo credere che un manoscritto arabo sulla vita di Maometto, conservato a Palermo, sia un fondamentale testo storico-politico: ‘Il Consiglio di Sicilia’. Incaricato della traduzione, frà Giuseppe ne inventa una di sana pianta.

Divenuto abate, Vella inventa la più sublime delle mistificazioni: ‘Il Consiglio d’Egitto’, un falso codice storico politico scritto ex-novo – vergato in caratteri che somigliano all’arabo ma riportano parole maltesi – il cui contenuto permetterebbe l’abolizione di tutti i privilegi feudali.

ALCUNE SCENE DEL FILM


Annunci
 

I commenti sono chiusi.

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: