RSS

I ragazzi di via Panisperna

Girato a Ragusa
Paese Italia
Anno 1989
Durata 123 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere drammatico
Regia Gianni Amelio
Soggetto Gianni Amelio e Vincenzo Cerami
Sceneggiatura Gianni Amelio e Alessandro Sermoneta
Fotografia Tonino Nardi, Marco Onorato,Giulio Pietromarchi
Montaggio Roberto Perpignani
Musiche Riz Ortolani
Interpreti e personaggi
  • Andrea Prodan Ettore Majorana
  • Ennio Fantastichini Enrico Fermi
  • Michele Melega Franco, assistente di Fermi
  • Giovanni Romani Edoardo Amaldi
  • Alberto Gimignani Emilio Segrè
  • Giorgio Dal Piaz: Bruno Pontecorvo
  • Laura Morante Laura, moglie di Fermi
  • Cristina Marsillach cugina di Majorana
  • Mario Adorf Corvino, preside
  • Virna Lisi madre di Majorana
  • Sabina Guzzanti Ginestra, fidanzata di Amaldi
  • Valeria Sabel: Annunciatrice EIAR

La vicenda è ispirata ad una storia vera ed è ambientata negli anni trenta quando, all’Istituto di Fisica di via Panisperna, aRoma, il fisico Enrico Fermi formò un gruppo di ricerca con Emilio Segrè, Bruno Pontecorvo, Edoardo Amaldi ed Ettore Majorana i quali si resero protagonisti di grandi scoperte in campo della fisica nucleare.
Nel film sono raccontate le vite – le ansie, e gli entusiasmi – di questi giovani con delicatezza al tempo stesso guardando principalmente al loro lato privato, con le loro energie giovanili, ma anche le paure e le debolezze.

La storia ha tra i filoni principali il rapporto tra Enrico ed Ettore, col primo che finisce per essere un po’ padre, un po’ fratello maggiore di Ettore e con i tipici scontri (di dissapori che nascondono affetto) che ci sono in una famiglia.

Il regime politico, leleggi razziali, la scomparsa nel nulla di Ettore (morte sospetta o suicidio, non si saprà mai) che già avvertiva come le loro entusiasmanti scoperte nelle mani sbagliate avrebbero potuto essere potenti armi di distruzione (vedere con attenzione la scena ambientata nei campi siciliani) purtroppo si rivelano più decisivi dell’amore per la fisica che li aveva tanto uniti e i ragazzi prendono strade diverse.

UNA SCENA DEL FILM

 

I commenti sono chiusi.

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: