RSS

Il sole buio

Girato a Palermo
Titolo originale Il sole buio
Lingua originale inglese
Paese Italia
Anno 1990
Durata 107 min
Colore colore
Audio mono
Genere drammatico
Regia Damiano Damiani
Sceneggiatura Damiano Damiani, Ennio De Concini
Produttore Mario Cecchi Gori, Vittorio Cecchi Gori
Produttore esecutivo Daniele Passani
Casa diproduzione Cecchi Gori Group, Reteitalia,Tiger Cinematografica
Fotografia Sebastiano Celeste
Montaggio Enzo Meniconi
Musiche Riz Ortolani
Interpreti e personaggi
  • Jo Champa: Lucia Isgrò
  • Michael Paré: Ruggero Brickman
  • Phyllis Logan: Attorney Camilla Staffa
  • Erland Josephson: Attorney Belmonte
  • Luciano Catenacci: Commissioner Catena
  • Salvatore Borghese:
  • Tano Cimarosa:
  • Geoffrey Copleston:
  • Riccardo De Torrebruna:
  • Cyrus Elias:
  • Giovanni Giancono:
  • Veronica Lazar:
  • Giovanni Lo Cascio:
  • Luciana Luciani:
  • David Maunsell:
  • Salvatore Palma:
  • Mattia Sbragia:
  • Jinny Steffan:
  • Leopoldo Trieste: Alfonso Isgrò
  • Victoria Zinny:

Ruggero Villamarina-Bolt, figlio di una nobile siciliana, morta da un anno, e del defunto primo marito di lei, col quale egli si era fin da bambino trasferito negli Stati Uniti, torna a Palermo per assistere, nel carcere minorile femminile, ad una cerimonia in onore di sua madre, che ne era benefattrice.

Il secondo marito della mamma, il potente avvocato Belmonte, che riveste un’alta carica, lo accoglie affettuosamente e gli offre appoggio. Ruggero conosce in carcere la minorenne Lucia Isgrò, popolana bella e impetuosa, ex prostituta, e ora spacciatrice di droga, che ha appena tentato di suicidarsi e, impietosito, le trova un lavoro onesto e si occupa di lei quando il padre, Alfonso Isgrò, viene ammazzato dalla mafia perchè ha denunciato l’assassino di un amico.

Lucia s’innamora subito di Ruggero, e, umiliata perchè egli respinge il suo amore, cerca di interessarlo con una ridda continua di bugie, di rivelazioni e di smentite, di sparizioni e di ritorni improvvisi, che sconcertano e affascinano il giovane, il quale finisce con l’innamorarsi di lei.

In seguito Lucia uccide il mafioso Santovito, suo ex amante, che aveva riconosciuto mentre le ammazzava il padre, e si costituisce alla polizia, ma rivela poi a Ruggero il vero movente del crimine: Santovito voleva uccidere lui.

Ruggero assume allora, come avvocato difensore di Lucia, la coraggiosa Camilla, e la ragazza esce in libertà provvisoria. Intanto Ruggero dubita ormai di tutti: accusa il patrigno d’essere il misterioso capo della mafia locale, e sospetta perfino l’amico commissario Catena di essersi fatto corrompere per salvare la vita dei propri familiari.

Mentre si svolgono a Palermo due funerali, quello dell’onesto commissario Zaccaria, trucidato dalla mafia, insieme alla moglie, al quale partecipano poche persone, e quello del poliziotto corrotto Venturelli, seguito invece da una vera folla, Ruggero ritrova Lucia, la quale gli comunica che non lo seguirà in America, come lui vorrebbe, e non lo sposerà, ma tornerà, invece, in prigione.

UNA SCENA DEL FILM


Annunci
 

I commenti sono chiusi.

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: