RSS

Cadaveri eccellenti

Girato ad Agrigento

Anno 1976
Durata 115 min
Genere poliziesco, thriller, giallo
Regia Francesco Rosi
Soggetto Leonardo Sciascia
Sceneggiatura Tonino Guerra, Lino Iannuzzi,Francesco Rosi
Produttore Alberto Grimaldi
Fotografia Pasqualino De Santis
Montaggio Ruggero Mastroianni
Musiche Astor Piazzolla, Piero Piccioni
Scenografia Andrea Crisanti
Costumi Enrico Sabbatini
Interpreti e personaggi
  • Lino Ventura: ispettore Amerigo Rogas
  • Renato Salvatori: commissario di Polizia
  • Max Von Sydow: presidente Riches
  • Alain Cuny: giudice Rasto
  • Fernando Rey: ministro della sicurezza
  • Charles Vanel: procuratore Varga
  • Francesco Callari: giudice Sanza
  • Paolo Bonacelli: dottor Maxia
  • Tino Carraro: capo della polizia
  • Marcel Bozzuffi: l’ozioso
  • Maria Carta: signora Cres
  • Luigi Pistilli: Cusano
  • Tina Aumont: la prostituta
  • Paolo Graziosi: Galano
  • Anna Proclemer: signora Nocio
  • Alfonso Gatto: Nocio
  • Carlo Tamberlani: arcivescovo
  • Enrico Ragusa: frate cappuccino
  • Corrado Gaipa: mafioso
  • Claudio Nicastro: generale
  • Silverio Blasi: Dott. Bloma capo squadra politica
  • Florestano Vancini: dirigente del Pci
Premi
  • 2 David di Donatello 1976: miglior film e miglior regia

In una regione dell’Italia meridionale, un misterioso assassino fa strage di alti magistrati. Ad occuparsi del caso è l’ispettore Rogas, professionista integerrimo e risoluto, riservato nella vita privata così come nel lavoro, il quale, nonostante la natura dei delitti avvalori il sospetto di una vendetta mafiosa, viene spinto dalle sue indagini sulle tracce di Cres, un farmacista che agirebbe per misteriose ragioni personali, condannato in precedenza per un caso di avvelenamento ed ora latitante: la sua ipotesi è che qualcuno abbia deciso di lasciarlo continuare indisturbato, allo scopo di far ricadere la colpa sui gruppi extraparlamentari di sinistra e comprometterne così l’immagine pubblica.

Non appena la spirale di omicidi si allarga ai procuratori della capitale, però, a Rogas viene imposto di affiancare un commissario della squadra politica e abbandonare la sua pista, seppur vicino alla soluzione del caso.

Ancora persuaso di essere sulla strada giusta, l’ispettore non rinuncia a completare privatamente le sue ricerche e, ottenute le prove di un complotto, si affretta ad informarne il segretario del partito comunista.

Verranno entrambi uccisi nel museo ove si erano dati appuntamento, dalla mano di un killer destinato a rimanere nell’ombra.

ALCUNE SCENE DEL FILM


 

I commenti sono chiusi.

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: